L O A D I N G

Celebriamo la Settimana Autentica

Aprile 7, 2020
indovinos

Siamo entrati nella settimana più importante dell’anno, chiamata per questo Settimana Autentica. Sono già pervenute nella scorsa mail di Don Andrea le indicazioni circa le celebrazioni dei prossimi giorni in parrocchia. In questo tempo così atipico, non sarà possibile celebrare la Pasqua con le stesse modalità con cui l’abbiamo sempre celebrata. La celebreremo nelle nostre case, chiamate a diventare anche luogo di culto domestico. “Dove vuoi che ti prepariamo la Pasqua?” (Mt 26,17): la domanda che i discepoli rivolgono a Gesù diventa la nostra domanda oggi. Infatti quest’anno ci è chiesto come mai prima di vivere questo evento centrale della nostra fede in modo attivo e personale. Una vera partecipazione alle celebrazioni liturgiche non è mai semplice presenza, ma ancora di più oggi, impossibilitati alla presenza fisica, siamo sollecitati non semplicemente ad “assistere” alla Pasqua, come si assiste ad uno spettacolo, ma a celebrare la Pasqua con tutta la Chiesa nelle nostre case. La Commissione Formazione della nostra parrocchia ci suggerisce alcuni gesti e segni che ci possono aiutare a vivere in modo attivo e partecipato questa Pasqua, sia nei nostri cuori che nelle nostre case. 

È possibile trovare un angolo della casa come luogo di raccoglimento (una mensola, un ripiano o anche la tavola) in cui alcuni segni che esprimano ciò che si sta ricordando nei diversi giorni del triduo. Si può scegliere qualcuno di questi:

  • la Bibbia aperta nelle pagine della Passione, Morte e Resurrezione di Gesù, a seconda del giorno.
  • la croce al centro, che si può baciare  il venerdì santo) o coprire con un panno il sabato santo
  • la candela spenta come segno dell’assenza, accesa come segno di rinascita e immagine del cero pasquale
  • il pane, che si può spezzare e mangiare insieme il Giovedì santo, dopo aver ringraziato, come memoria della Cena
  • una brocca d’acqua e un panno, che ci ricorda la lavanda dei piedi
  • un vasetto di olio profumato, che ci ricorda l’unzione di Betania
  • un panno bianco, che come tovaglia ricorda la Cena del Giovedì, come velo avvolge il crocifisso il Venerdì, come sudario inutile viene ripiegato la Domenica
  • l’ulivo, che ci rammenta l’ingresso di Gesù in Gerusalemme, la preghiera di Gesù ai Getzemani e la Pasqua come liberazione dalla morte nel diluvio

Questo “angolo” può essere ulteriormente arricchito da disegni dei bambini, da un brano della Parola che ci colpisce o da altro che esprime questi misteri centrali.

È possibile scaricare il sussidio preparato dalla Diocesi con ulteriori suggerimenti e testi per la preghiera in famiglia nelle giornate centrali, adatti anche a figli di varia età.

https://www.chiesadimilano.it/news/chiesa-diocesi/sussidi-per-la-settimana-autentica-in-famiglia-315088.html

Il documento allegato contiene alcuni spunti per predisporre la nostra casa e noi stessi al tempo della Pasqua, passando dalla cucina al bricolage. Vogliamo coinvolgere tutto ciò che è domestico nell’espressione della gioia pasquale!

Leave a comment